recent post

sabato 27 settembre 2014

SOGNANDO i POP-UP di Katsumi Komagata

Mi sono lasciata ipnotizzare dall'albero Pop Up di Katsumi Komagata 
e ho provato a fare anch'io la mia versione.


Dopo qualche prova
Prima di tutto dovevo inventarmi come realizzare il Pop Up 
e provare a ritagliare i rami.
Risolto il problema, mi sono ritrovata a tagliare, incollare, colorare... 
e non avrei finito più.



Creare dei bigliettini d'auguri è stata la naturale conclusione dell'esperimento.



Perché non tentare anche un classico Pop Up?



Quando un'idea mi piace, mi cattura fin dall'inizio e mi stimola a cercare soluzioni personali. 
Succede anche a voi?



Ecco qualche suggerimento se volete provarci
Cominciate col procurarvi un cartoncino leggero, piegato a metà.
Sul lato della piega (a circa 2 cm dal fondo) fate un piccolo taglio obliquo 
(di circa 1,5 cm).
Piegate il triangolo formato, prima verso l'alto e poi verso il basso 
e poi riportatelo a livello del cartoncino.



1. Spingete la piega verso l'interno e formate un "becco". Piegate a metà un rettangolo di cartoncino leggero, grande circa una facciata del vostro biglietto. 
2.  Inserite il piccolo rettangolo (piega contro piega), con il fondo sotto il taglio del               cartoncino e, con la matita, segnate un lato dalla parte della piega del taglio.
3.  Piegate a metà e partendo dalla linea tracciata con la matita, disegnate mezzo tronco e qualche ramo, creando mezzo albero.
4. 5. Tagliate l'albero con delle forbici a punta molto fine o con il cutter.
6. Aprite l'albero e incollatelo sul "becco" del cartoncino.



Attenzione! Sarà difficile riuscire a smettere.
(Uomo avvisato...)


--- F - S - P ---



Condivido foto e testi solo per uso personale (vedi disclaimer).
For personal use only.

sabato 20 settembre 2014

PRiMA da uomo...DOPO da DONNA

Capita anche a voi di dare volentieri un'occhiata ai saldi del reparto uomo?
 Io ci trovo le T-shirt belle grandi, quelle stile oversize che piacciono a me
(costano meno delle nostre e sono anche più divertenti da modificare).


Questa XL, ad esempio, una volta a casa, mi ha fatto pensare subito a una 
fettuccia di pizzo da applicare  intorno allo scollo a V. 



E così ho fatto.
Il pizzo l'ho recuperato da una sciarpetta che ne aveva un po' troppo
e l'ho applicato con più passaggi di zig-zag.
Per essere certa di far risaltare il disegno del pizzo, nel modo giusto, 
l'ho cucito a partire dalla punta dello scollo. 
(Tinta su tinta, per questo genere di riciclo, mi pare spesso la scelta migliore).



Un altro esempio, con un modello simile, ma con le maniche corte.
Qui, però, ho giocato solo con la macchina, i punti e il filo in tinta
(sempre tutto intorno allo scollo a V).


Prima di "procedere"...è sempre meglio lavare (e stirare) la nostra T-shirt
anche per verificare le misure e rendere più semplice la cucitura della maglina.



Per questo secondo modello, sono partita dalla spalla, scesa fino alla punta 
e risalita poi dall'altro lato. Ho usato ancora un punto zig zag, 
ma ho ripassato alcuni giri con altri punti fantasia (sull'onda del momento).
Per ridimensionare un po' la manica, ho fatto una cucitura a punto diritto piuttosto lungo, partendo dall'orlo e risalendo verso la spalla.  Ho poi arricciato, tirando i fili.



Questi sono lavori che nascono "di getto", quasi all'improvviso e si devono eseguire velocemente, 
lasciandosi trasportare dall'idea, senza interrompere il flusso. 
Non è quindi possibile pensare di fare una sequenza fotografica e un tutorial. 
Sono creazioni veloci, fatte all'ultimo minuto, non tanto da copiare, 
quanto da usare come spunto, se volete, per ricordarci che è sempre possibile inventare 
un guardaroba personalissimo anche con poco. 

--- F - S - P ---


Condivido foto e testi solo per uso personale (vedi disclaimer).
For personal use only.

venerdì 12 settembre 2014

Un CiNTURiNO nuovo per il mio POP swatch

Oggi ho inventato un cinturino nuovo per il mio POP swatch. 
 L'orologio non si usa più, e non si trovano più nemmeno i cinturini di ricambio per questi modelli,
 tanto in voga negli anni ottanta, ma ormai fuori produzione.



Il modello POP, però, aveva la particolarità di poter sfilare l'orologio
per poi "rimontarlo" su qualsiasi cintura o indumento adatto. E così, in effetti, ho fatto diverse volte,
creando da me i cinturini anche da quando non li trovo più.



Gli ultimi li faccio con del comune elastico alto nero, che trovo in merceria,  
dell'altezza giusta, per farlo passare nella fibbia e nel retro dell'orologio.



Quest' ultima versione è "ricamata" a macchina con più passaggi 
a punto elastico e zig-zag, cambiando i fili in diverse tonalità di grigio.



Alla fine, fisso l'elastico ricamato alla fibbia.
(Sempre con qualche punto a macchina).



Mi piace completare il tutto con un particolare
come ad esempio, la stellina che si vede in foto, 
incollata a un pezzetto di maglina con il ferro da stiro.  



Poi basta far passare l'elastico sul retro dell'orologio.



Per chiuderlo sul polso, si infila ancora l'elastico dentro la sua fibbia, che lo ferma, 
facendo pressione con dei dentini. Semplice e funzionale, riesce anche a stimolare 
la creatività di chi lo usa.
Non l'avrete mica dimenticato nel cassetto!

--- - S - P ---


Condivido foto e testi solo per uso personale (vedi disclaimer).
For personal use only.

sabato 6 settembre 2014

PRiMA T-Shirt...DOPO scialle con la fettuccia

Ormai le magliette classiche, quelle XL o XXL, si trovano quasi sempre, anche a pochi euro. 
E così, mi sono lasciata tentare da un bel grigio classico, per realizzare
un nuovo scialle settembrino.

venerdì 29 agosto 2014

CUCiTO DiVERTENTE: BOTTONi ricoperti

Con un po' di pazienza e costo quasi zero, possiamo 
rivestire e personalizzare anche i bottoni.
In rete, troviamo qualche idea e tutorial ben fatti.
Anch'io voglio contribuire con questo mio metodo casalingo.

venerdì 22 agosto 2014

PiCCOLO RiCiCLO (occhio ai particolari)

L'orlo delle maniche è rovinato? 
Possiamo rivestirlo con un bel tessuto fantasia da cucire semplicemente sopra quello vecchio.

domenica 6 luglio 2014

PRiMA ombrello...DOPO maxi borsa con ANGOLi alla giapponese

Finalmente è arrivata l'ispirazione per cucire la borsa grande che mi serviva.

mercoledì 25 giugno 2014

La TASCA interna "volante"

Una tasca interna, volante, da cucire dentro la borsa fa sempre comodo. 
Di solito, io la faccio essenziale: si fissa su un lato solo e si può inserire anche a borsa finita.

giovedì 19 giugno 2014

NUOVE INFRADiTO per LEi e per LUi (RiCiCLO)

Dare una nuova vita alle nostre infradito,
non è solo utile è anche molto divertente, perché ci permette di giocare con materiali diversi:
stoffa, bottoni, perline e, ovviamente...la mitica maglina!

lunedì 9 giugno 2014

martedì 3 giugno 2014

PRIMA libro...DOPO paralume?

Riciclare i libri non è così facile
e non solo per il lavoro e la pazienza che richiede. 
C'è sempre una vocina dentro che insiste a dirti che stai facendo qualcosa di sbagliato.

martedì 27 maggio 2014

La CUCiTURA RiBATTUTA (COME si fa)

Quando abbiamo bisogno di unire due tessuti con una cucitura resistente e vogliamo un risultato pulito anche a rovescio (non vogliamo vedere fili e orli vivi), può aiutarci la cucitura ribattuta (detta anche cucitura ribattuta piatta o cucitura doppia). A differenza della cucitura inglese, ha l'aria molto sportiva: avete presente la cucitura laterale dei nostri jeans? La sua caratteristica è quella di risultare bella piatta sia a diritto sia a rovescio.

domenica 18 maggio 2014

sabato 10 maggio 2014

PRiMA T-shirt...DOPO canotta

Questa qui è una delle idee più geniali che ho visto ultimamente. 
L'ho trovata su: " Crafterhours " dove Susan ci mostra come 
trasformare una T-shirt in canotta, con qualche taglio e due cuciture.

sabato 3 maggio 2014

La FELPA riciclata iN BORSA

Un'amica mi ha chiesto di riciclare una felpa fantasia con la zip fuori uso. 
Dopo aver valutato: materiale disponibile, costi e utilità; ho deciso di trasformarla in una borsa foderata. 

sabato 26 aprile 2014

MiCiO FACiLE di pile e maglina

Ogni tanto mi piace provare a realizzare un pupazzo, anche se non è proprio nelle mie corde. Li trovo sempre tanto simpatici, ma quando visualizzo i passaggi della fattura,  mi sembrano spesso troppo complicati e mi scoraggia la fase imbottitura e assemblaggio.

sabato 12 aprile 2014

CONiGLiO ORiGAMi

Ispirato all'arte origami, questo semplice coniglio di carta, si crea in pochi passaggi. 
Dopo averne fatti tre o quattro, le pieghe si ricordano già a memoria. 
L'ho trovato su: " Free kids craft.com"
dove è possibile vedere la sequenza dei passaggi in un grafico dettagliato.

domenica 6 aprile 2014

ZiP: informazioni base (COME si fa)

Quanto riesce a scoraggiarci una cerniera? 
L'approccio alle cose è sempre importante. Se noi partiamo prevenuti, con la convinzione che la zip sia un oggetto ostile, sarà tutto più difficile. Proviamo, invece, a guardarla con occhi diversi, a renderci conto di quanto sia bella, piacevole da maneggiare, utile, a volte indispensabile. Potremo scoprire che la zip è una preziosa alleata, che riesce sempre a trasformare i nostri piccoli lavori in qualcosa di speciale; che può dare il tocco di colore che fa la differenza e diventare il vero punto di forza di un progetto creativo.
Non merita un po' di pazienza e di attenzione? : )

lunedì 31 marzo 2014

Il PiACERE di CONDiViDERE

Uscire dai nostri angolini solitari, ricavati per lo più nelle camere da letto, dove la maggior parte di noi (me compresa), riesce a sistemare la macchina e condividere la passione del cucire è davvero una bellissima opportunità per osservare, imparare e magari scoprire qualche talento nascosto. Per questo, e non solo, quando Phoebe, del blog: "Il contatto naturale", mi ha invitata al suo corso di cucito, per parlare un po' delle cerniere e proporre un piccolo progetto con la zip, ho subito accettato con entusiasmo.

sabato 22 marzo 2014

CUCiTO DiVERTENTE: FiORi

Con piedino, ago, filo e qualche piccolo ritaglio colorato, possiamo "dipingere" fiori originali su tessuto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...