28 dic 2010

Giochiamo con il Tangram?

Il TANGRAM è un gioco rompicapo cinese, così si legge su Wikipedia. Ed è vero! E' un rompicapo che ti prende e ti rapisce totalmente! Si tratta di usare sette pezzi di un quadrato, non uno di più non uno di meno, per comporre una certa figura di cui possiamo vedere soltanto la sagoma in nero. Informazioni utili le trovate a questi indirizzi:
. Disegnare un  tangram con un righello insieme ai bambini.
. Stampare il tangram già disegnato.
. Trovare le figure da costruire.
Ringrazio gli autori degli articoli sopra citati.
Da tempo volevo "fabbricarmene" uno in cartoncino e in questi giorni ho trovato il momento giusto per farlo.

21 dic 2010

Alberelli segnaposto natalizi

Fanno allegria con poca spesa questi alberelli segnaposto natalizi da mettere sui bicchieri. 
Serve solo del cartoncino colorato e volendo, qualche rifinitura finale, 
perché l'importante è ritagliare la forma base e poi tutto il resto è libero sfogo creativo.

17 dic 2010

Piccoli angioletti in pannolenci da appendere

Mi sto divertendo a preparare questi piccoli angioletti pensati per essere appesi. Dove??? Un po' dappertutto: sui vetri, sull'albero, sui pacchi un po' speciali e, perchè no? Sullo specchietto retrovisore dell'auto, come mi ha suggerito la mia amica Monica. Sono fatti di pannolenci e/o pile e un pezzettino di corda e poi cuciti a macchina. Il modellino l'ho preso da "CraftyStaci" e ringrazio l'autrice per l'idea preziosa che poi ho interpretato e completato a modo mio, aiutata dai tanti angioletti visti in rete. 
Con l'aiuto di qualche foto-collage, ecco i passaggi della mia versione.

13 dic 2010

Porta-candeline vestiti a festa

Con un bicchiere o un piccolo vasetto di vetro, due rettangolini di pannolenci o di pile, un paio di forbici e due cuciture, possiamo fare dei veloci porta-candeline per le feste. Io ho usato del pannolenci bianco trovato al mercato a 6 euro al metro, e del pile rosso riciclato da un vecchio plaid.

2 dic 2010

Bigliettino di stelle e punti

La macchina per cucire è ancora protagonista
anche sul cartoncino 
che questa volta è in carta di riso (morbidissimo) color panna.