16 giu 2011

Astuccio impermeabile 2

Con le mie guide cerco di condividere anche piccoli "trucchi" che ho scoperto nel tempo e che mi piace passarvi, sono contenta di verificare che molti di voi li notano e li apprezzano. Per la seconda parte dell'astuccio impermeabile, dobbiamo soltanto fare le cuciture finali. La prima parte, con la cucitura della zip senza piedino per cerniere,  si può vedere nel  mio post precedente.



1. Apro la zip e porto il cursore al centro.



2. Piego a metà, lasciando la cerniera al centro e il diritto dell'astuccio all'interno.



3. Aiutandomi con un righello, disegno le misure del mio astuccio (sono sul rovescio del lavoro), tracciando delle linee in base alle dimensioni che mi servono. Fisso con qualche spillo, all'esterno della cerata, dove non si vedranno i buchini delle punte.



4. Cucio a  punto diritto sopra le linee tracciate. Comincio dall'angolo destro, prendendo bene anche i denti della zip, vado piano per non rovinare o spezzare l'ago (se sto usando una cerniera con i denti in metallo) .Taglio via la stoffa, la cerniera di troppo e le punte dei due angolini.



5. Rifinisco tutto intorno al margine con un giro di zig zag.



6. Riporto a diritto.


Finito!
Chi appartiene al famoso club dei "precisini", chiuderà, con qualche punto a mano, gli ultimi denti della zip, nell'angolo che rimane un po' troppo aperto (a sx in foto). Il club dei "Precisini", al quale appartenevo anch'io fino a poco tempo fa, mi è stato di grande aiuto e mi è molto caro. Ora, che sono più incuriosita dal club "mi butto", vedo le imperfezioni come "fatto a mano e poetico". Questione di punti di vista e di gusti! :o) 
Nota
Lo stesso modello si può anche cucire in tessuto.



Volendo usare dei materiali piuttosto rigidi e pesanti o moooolto strani e difficilmente "risvoltabili"...si può confezionare lo stesso astuccio, cucendo direttamente sul diritto del lavoro, come si vede nell' esempio della foto sopra. L'effetto finale è più "piatto", bello liscio e per niente stropicciato. La confezione è uguale, bisogna soltanto ricordarsi (al passo 2) di lasciare il rovescio all'interno. A cuciture finite ho rinforzato gli angoli con un secondo passaggio di zig zag, ma solo perchè mi piacevano così.
In questa seconda versione, non ho fatto la cucitura a zig zag sul rovescio della zip (vedi parte 1) , per non "appesantire" troppo.



Esiste anche una terza possibilità, ovvero...una terza versione.
Chi indovina qual è?  

--- F S - P ---



Condivido foto e testi delle guide, ma solo per uso personale. 
For personal use only.

21 commenti:

  1. I tuoi tutorial sono un capolavoro, Pia! E' bello guardarli anche se, non possedendo una macchina da cucire, sarà difficile che riesca a realizzare questo astuccio, molto carino con quei pois. Il club dei "mi butto" è certo più interessante, perchè si sperimenta maggiormente e ci si preoccupa di meno, certo però che aver passato un periodo nei "precisini" serve eccome, e lo si può vedere dalla perfezione dei tuoi lavori... Ciao!

    RispondiElimina
  2. complimenti, le spiegazioni sono precisissime e mi saranno di moltissimo aiuto, devo proprio fare una piccola busta per le monete da inserire nel portafoglio che realizzerò prossimamente

    ancora grazie
    daniela

    RispondiElimina
  3. Interessante questo post...quanto il primo:).
    Debora

    RispondiElimina
  4. mi poace proprio quel club del "mi butto" anche se capisco tutta l'attrazione anche per il Club dei precisini!!! A me piace molto la versione con lo zig zag esterno!! Avevi qualche dubbio?? Lo sai che Nicolette ha fatto degli astucci con la stessa stoffa??!! E' davvero carina! Ciao Clod

    RispondiElimina
  5. Innanzitutto grazie!La pazienza non è nostra che ti leggiamo e impariamo tanti trucchetti, ma tua che hai la voglia di fotografare e dettagliare tutti i passaggi!
    Ho della stoffa plastificata a casa, ci proverò sicuramente!
    Terza versione.......cucirlo al rovescio e ribatterlo al dritto???
    ciao!
    Franca

    RispondiElimina
  6. grazie grazie grazie!!
    Mi piace un sacco questo astuccio ed appena troverò la stoffa plastificata ne farò uno!!
    Posso associarmi al club "Mi butto" quello dei precisini non credo faccia per me.

    RispondiElimina
  7. la terza versione è per caso con tessuto all'interno oppuro con tela cerata trasparente sopra a quella a pois?

    RispondiElimina
  8. Io faccio parte del club "mi butto" per poi pentirmi di non far parte del club dei "precisini"...

    RispondiElimina
  9. Sei talmente brava a spiegare che anche una somara (di cucito) come me potrebbe farlo!!! a parte la doppia cucitura finale.....sembra che la mia macchina da cucire decida di propria volontà dove andare!!!!!

    un abbraccio

    silvia

    RispondiElimina
  10. vista grazie alle tue foto (stupende!) e il tuo passo passo (chiarissimo!) sembra veramente semplice ...

    RispondiElimina
  11. MA CHE BRAVA SEI?????????
    che bello che ti ho scoperto hai un blog meraviglioso e utilissimo....grazie grazie sto imparando...e adesso ti metto nei miei blog preferiti...e chi ti molla più?
    ciao roberta

    RispondiElimina
  12. Io sono ancora iscritta al club delle precisine... anche se questo comporta metterci una vita a finire le cose!!! :( Per ora è più forte di me!!!! Però è vero, se fatto con la dovuta cura, anche l'impreciso ha il suo fascino. Diciamo che deve piacere, e se lo fai per altri, ci sarà chi ti chiede la perfezione, e chi invece preferirà quel tocco di "fatto a mano"

    ciao ciao

    RispondiElimina
  13. Come mi piacerebbe fare una lavoro così.....sei troppo brava.Baci Silvia

    RispondiElimina
  14. Ciao, belle le tue spiegazioni, fanno sembrare tutto facile anche a chi come me è negata per il cucito........

    RispondiElimina
  15. ciao il tuo tutorial è bellissimo!
    anch'io appartengo da sempre al club del
    "mi butto"...pur con ambizione di appartenere a quello dei precisini eh eh!
    è un po' che seguo il tuo blog, e nel tuo post mi sono riconosciuta, è da un po' che mi sono "buttata" nel cucito creativo e ho messo un po' da parte le collane, ma rimedierò...se vuoi dare un 'occhiata al mio blog che è in fase di decollo!
    potrai ammirare le mie "imperfezioni"

    ciao e grazie per le condivisioni
    carmen

    RispondiElimina
  16. you are a genius! fai sembrare semplicissime cose che in realtà non lo sono... un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  17. la terza versione potrebbe essere la versione double-face?ci ho provato..oggi sono capitata in questo blog per puro caso..dalle 13 sono qui che "giro" (ora sono le 16,31)e non riesco a staccarmene perchè è troppo bellooooo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      La terza versione sarebbe quella con un solo lato trasparente. Ritorna a trovarmi ancora!

      Elimina
  18. Tu fai sembrare tutto semplice ma per me che sono alle prime armi non è proprio tutto ovvio. Però sono riuscita a fare un bellissimo astuccio con un avanzo di stoffa proprio grazie a questo tutorial e spinta dall'entusiasmo (e dalla disoccupazione che mi tiene a casa) ho preso altra stoffa di tela cerata per crearne uno antimacchia e lavabile "come" il tuo.
    Ora devo solo imparare a fare le righe a macchina belle dritte poi direi che quasi ci siamo :-) Grazie per tutti questi tutorial bellissimi e gratuiti che metti a disposizione! Speriamo di vendere qualche creazione al prossimo mercatino dell'usato, oltre ai vestiti vecchi!!!
    Margherita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Margherita di aver provato e di non esserti arresa davanti alle difficoltà che hai incontrato, il tuo è un bellissimo esempio, perché con la passione e la voglia di fare si superano tanti ostacoli! Ti auguro di trovare al più presto un nuovo lavoro, ma soprattutto di comprendere e di sfruttare in pieno questa opportunità di cambiamento. Tienimi al corrente di come vanno i tuoi mercatini e, per qualsiasi chiarimento, scrivimi pure via mail.

      Elimina

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).