16 nov 2016

Da cosa nasce cosa (bottoni, pennarelli indelebili, acrilici e maglioni)

Tutto è iniziato da un bel bottone arancione.


Con l'aiuto di altri due bottoni di diverse grandezze, cuciti uno sopra l'altro è diventato una colorata spilla "fissaper un maglione un po' triste e spento.


Da cosa nasce cosa e...
 ho pensato di personalizzare un'altra maglia che aveva quattro bottoni panna che non mi convincevano per niente. Ho visto che al rovescio erano neri, li ho scuciti, capovolti e ricuciti con dei fili di lana in colori diversi.


Da cosa nasce cosa e...
 ho pensato ai bottoni di un altro maglione, questa volta bordeaux, che erano proprio da sostituire.


Ne avevo giusto quattro della stessa tinta, però... ce ne volevano cinque! Niente paura, al primo posto ho cucito un bottone vintage di metallo e ho "acceso" anche gli altri disegnando un cerchio argento, con un pennarello indelebile (a punta grossa), tutto intorno al bordino interno (che mi ha fatto da guida). 


Da cosa nasce cosa e...
 il pennarello argento mi ha ricordato i bordi in lurex un po' troppo vistosi (per i miei gusti) di una maglia nera arrivata da poco. (Al momento mi avevano conquistata, ma poi?!!).


Qui le alternative erano due: disfare e rifare tutto il lavoro ai ferri, oppure? Ma sì, ci voleva un po' di coraggio e l'acrilico nero (una mano santa). Ora il filato argento brillante è diventato argento scuro, molto più caldo e portabile.    Da cosa nasce cosa e...    ;)




-- Condivido foto e testi solo per uso personale ---
--- For personal use only ---

26 commenti:

  1. Insomma ci hai preso gusto, è comprensibile ;)
    Anche io sostituisco i bottoni per rinnovare, ma a colorarli con una linea di pennarello argento non avevo mai pensato. E.. domanda: l'acrilico si può usare su stoffa e maglia? Non stinge?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti... ci ho proprio preso gusto! Ho imparato che quasi tutto si può sistemare o ritoccare, specialmente con gli acrilici che rimangono indelebili anche su tessuto, filati sintetici (come il mio in questione), lana, eco pelle, vetro e via così. Resistono anche al lavaggio in lavatrice a 30 gradi. I colori per tessuto sarebbero stati l'ideale, perché non "appesantiscono" le fibre, ma costano molto di più e per il mio bordino in lurex, andava benissimo anche l'acrilico. Grazie Elle!

      Elimina
    2. Grazie a te per le informazioni sull'acrilico :)

      Elimina
  2. e...brava! anzi bravissima!:)
    :*

    RispondiElimina
  3. Sei più che una risorsa! Sei un pozzo di risorse e idee fantastiche, Pia!
    Coi bottoni amo giocare anch'io, sto giusto pensando a come sostituire un bottone sparito dal piumino nero quasi nuovo di mia figlia, quasi quasi... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giocare è proprio la parola giusta! Gioca anche tu, magari insieme a tua figlia e l'idea che ci vuole arriverà di sicuro. Grazie Polepole!

      Elimina
  4. Aguzza sempre l'ingegno. Brava Pia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì! Dai bisogno nasce l'ingegno. Grazie Marta!

      Elimina
  5. Ciao Pia, che belle idee.. è proprio vero che a volte basta poco per "cambiare faccia" a oggetti o indumenti che già possediamo! Volevo chiedere lumi sul lavaggio dei colori ma hai già risposto ad Elle, grazie mille un caro saluto
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? E tu ne sai qualcosa! Gli acrilici sono resistenti all'acqua, basta farli asciugare molto bene (sempre meglio aspettare almeno un mese prima di bagnarli) e poi, volendo, fissarli con il ferro da stiro. Un caro saluto a te, ciao Carmen!

      Elimina
  6. Cara Pia qsta degli acrilici mi mancava,una né pensi e 100000 né fai 😉😉😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli acrilici sono davvero una mano santa e risolvono un sacco di problemi!Grazie Marea!

      Elimina
  7. Con la fantasia e un po' di creatività, tutto può essere trasformato. Complimenti, ottimo lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen, penso che la fantasia sia un'amica di quelle insostituibili!

      Elimina
  8. Ma che bello, pia, idee fantastiche e anche facili da realizzare, il che non guasta mai... a volte basta davvero poco, un bottone un po' di filo colorato un pennarello...quello che ci vuole però è fantasia, e tu ne hai da vendere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le soluzioni semplici mi attirano sempre. In fondo, basta così poco per cambiare le cose che abbiamo intorno. Grazie Lizzy!

      Elimina
  9. adoro i bottoni,possono far cambiare l'aspetto di un capo se sono scelti bene!Tu sei stata bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così! I bottoni possono fare la differenza e poi piacciono molto anche a me. Grazie Francesca!

      Elimina
  10. Ma quante ne saiiiii, a volte i dettagli fanno la differenza. Complimenti Pia.
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto! :) Beh sì, i dettagli possono davvero fare la differenza, sono d'accordo con te. Grazie Gio!

      Elimina
  11. si da cosa nasce cosa ed a te la fantasia non manca......

    RispondiElimina
  12. Nemmeno a te cara Andreina! Grazie!

    RispondiElimina
  13. Molto interessanti questi cambiamenti che danno l'input per i cambiamenti nostri...
    grazie e complimenti per la fantasia!
    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).