6 set 2017

Busta foderata double-face cucita alla giapponese

Questo metodo è proprio da provare, perché è simpatico e piuttosto semplice.
Con un paio di pieghe strategiche, da fissare con la macchina per cucire, possiamo creare velocemente una busta foderata utilizzabile sia a diritto sia a rovescio.


La tecnica l'ho vista su You tube, nel bellissimo video di 530chihiro (thank you!):
 taglio due rettangoli di tessuto uguali uno per l'esterno (nel mio caso in tinta unita verde più pesante) e l'altro per l'interno (a fiori e più leggero) di circa cm 30 X 16 e li metto come al solito diritto contro diritto;
faccio una prima cucitura sul rovescio lungo uno dei due lati corti (prima foto) per unire i due rettangoli; 
apro le stoffe e faccio una piega in corrispondenza della cucitura, facendo combaciare i due rettangoli sul rovescio; 
 appiattisco bene la piega (se la stiro ancora meglio) e la fisso con una seconda cucitura sul diritto del tessuto (seconda foto).


Ora viene la parte divertente! 
♥ Piego il rettangolo del tessuto esterno, come si vede in foto, che darà la misura della tasca e lascio avanzare la parte che andrà a creare la patella di chiusura.
 Giro il lavoro dalla parte del tessuto interno e ripeto la stessa piega, facendo combaciare i lati corti aperti dei due rettangoli.
Difficile da spiegare ma facile da fare, specialmente se date un'occhiata al video.


Fisso i tessuti con gli spilli e faccio una cucitura, come si vede in foto, che lasci aperti alcuni centimetri al centro del lavoro, sul lato opposto a quello delle pieghe.
Il fondo con le pieghe non deve essere cucito.

Riporto il lavoro a diritto passando per l'apertura lasciata al centro, spingo bene in fuori gli angoli e giro il lavoro per portare esterno e interno in posizione 
(avrò deciso prima quale tessuto desidero lasciare come fodera). 

Ora devo chiudere l'apertura sempre con una cucitura a macchina vicino ai margini, dopo aver inserito al centro un cordoncino o una fettuccia che farà da asola per il bottone. 
Se non ho il bottone giusto, posso sempre rivestire un bottone qualsiasi (purché della misura giusta) con un ritaglio della fodera. Qui il mio tutorial. 


La chiusura può essere risolta anche con un pezzetto di velcro o un bottone automatico,
ma trovo che i bottoni ricoperti aggiungano valore anche a un semplice manufatto come questo.

Le proporzioni della patella e della tasca sono importanti. 
La patella non sarà mai più corta della metà della busta. 

A fine lavoro sarà bene sistemare le pieghe con il ferro sa stiro.
Lo sapete che i punti si ancorano perfettamente al tessuto solo dopo la stiratura?

Condivido foto e testi solo per uso personale.
For personal use only.

36 commenti:

  1. Bellissima busta ed anche i bottoni ricoperti si accordano perfettamente con l'insieme. Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero che i bottoni ricoperti ci stanno bene? Grazie Marta!

      Elimina
  2. Bellissimo tutorial appena posso voglio cucirne una!
    buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai provaci che mi fai sapere se ti sei divertita come me! Grazie Roberta!

      Elimina
  3. Che belle!!! E molto eleganti con i bottoni ricoperti che richiamano l'interno!!!
    Un abbraccio
    MGrazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie MaryGi, i bottoni che richiamano l'interno sono un particolare che piace molto anche a me! Un abbraccio a te!

      Elimina
  4. Pia questo tutorial giapponese è fantastico, grazie! Bellissimi anche i tuoi bottoni, complimenti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già! A proposito di bottoni...mi fai pensare ai tuoi meravigliosi bottoni di legno e fatti a mano. Grazie Helga!

      Elimina
    2. Quasi quasi prossimamente prenderò "in prestito" (ahah) il tutorial della busta, magari con una stoffina ecoprintata, e ci aggiungerò uno dei mie bottoni in legno... Vediamo l'effetto che fa :-) :-)

      Elimina
    3. Eh...mica male l'idea! :) Mi raccomando, fammi sapere!

      Elimina
    4. Ci sono riuscita!!! La mia prima busta double-face è un pochino stortina, ma io la amo lo stesso :-) Grazie della dritta!!

      Elimina
    5. Bene!!! Tieni conto che la prima è sempre una prova per capire come funzionano i passaggi. Grazie a te di avermi tenuta al corrente!

      Elimina
  5. Davvero molto bella, i colori verde e arancio sono la mia passione!
    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacciono molto anche a me, specialmente l'arancio, anche se adesso sono nel periodo giallo! Grazie Sabrina!

      Elimina
  6. Bellissima in entrambe le fantasie!;)

    RispondiElimina
  7. Eleganti nella loro essenzialità ... e una volta capite le proporzioni possomo diventare utilissime per contenere e proteggere tanti oggetti. Bravissima Pia!
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto Gio! Le dimensioni dei rettangoli possono variare a piacere, così come le dimensioni delle buste. Anche mini sono molto carine, diventano confezioni per piccoli regali. Grazie mille!

      Elimina
  8. semplici si ma eleganti con questo tocco vezzoso del bottoncino ricoperto...mi piace molto questo particolare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bottoni possono diventare il punto di forza di un progetto minimal come questo. Grazie Gloria!

      Elimina
  9. Mi hai dato un'idea, posso farne per la "Bottega", dovrebbero essere veloci da fare, ma sarò precisa come te?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo Marida (sei tu vero?)non avrai problemi. La chiusura è quella che porta via un po' di tempo in più, ma puoi sostituirla con un cordoncino/fettuccia alla giapponese, come avevo fatto con gli astucci di pannolenci. Ti lascio sotto il link diretto. Fammi sapere!
      http://filo-so-pia.blogspot.it/2016/10/ho-abbinato-il-pannolenci-alla.html

      Elimina
    2. Come ti avevo detto tempo fa, avrei in mente di comperare una pinza per applicare bottoni automatici, sono indecisa se in plastica o in metallo, i primi sono più economici ma in metallo mi sembrano più solidi, le pinze costano e pensavo a punzoni, li ho visti in rete. Ciao Marida

      Elimina
    3. Anche secondo me i bottoni in metallo sono più solidi (e non richiedono la pinza), solo che mi sembrano un po' troppo per una busta come questa, li vedo più adatti per le borse. A parte la fettuccia alla giapponese, io sarei più per la chiusura con il velcro. Ciao Marida!

      Elimina
  10. Bellissimi Pia e che geniali questi Giapponesi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AH sì! Sono davvero unici e i loro video tutorial sono dettagliati e affidabili. Grazie Marea!

      Elimina
  11. ti ho scoperto da poco ed ora appena ho un po' di tempo passo di qua e inizio a leggere i vecchi post; sei STREPITOSA! Io non so fare nulla e spero guardando i tuoi lavori di riuscire ad imparare qualcosa. Bravissima e grazie per la condivisione Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. COme si dice...tutti siamo stati prima quelli che non sapevano fare nulla! Certo che imparerai! Prova a cliccare alla voce COME INIZIARE (sotto il titolo del blog) e troverai i miei tutorial per principianti. Grazie Lu di avermi scritto, sono contenta di sapere che tornerai e per qualsisi chiarimento ricorda che ci sono. Aspetto di sapere come va e divertiti! :)

      Elimina
  12. Ho visto solo ora il tuo bellissimo post e, con l'aiuto anche del video, ho fatto delle bellissime borsine, di varie misure e per vari usi. ma sai che sono come le ciliegie, finita una hai subito voglia di farne un'altra,tirando fuori titti i ritagli accumulati. in fondo è anche un modo splendido per far posto ad altri ritagli....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, lo so! :) E sulla cosa dei ritagli infiniti hai proprio ragione!!! Grazie mille!

      Elimina
    2. Dimenticavo.. è anche un modo intelligente per eliminare i tovaglioli nuovi rimasti dopo il pensionamento delle tovaglie,sempre che abbiano i colori giusti.Mia madre e mia zia li conservavano perché sai, noi a Genova " maniman" ( trad. non si sa mai) e dispiace usarli come stracci...

      Elimina
    3. Anch'io riciclo i vecchi tovaglioli, ho fatto qualche post al riguardo con l'etichetta PRIMA e DOPO. Buona l'idea di usarli per questa busta!
      Visto che non ti sei firmata, ti saluto con un Ciao Maniman!

      Elimina
  13. Ti seguo "in sordina" da tempo ed apprezzo i tuoi post e le tue splendide idee!
    Le tengo da parte, in attesa di riuscire a realizzare qualcosa...tutto questo per dirti che ce l'ho fatta: ho seguito le spiegazioni, il video, ecc. ecc. ed ho cucito la pochette!!! Grazie di cuore per il tutorial!
    Un caro saluto!
    Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Rita! Sono proprio contenta di sapere che anche tu hai apprezzato questo metodo di lavoro. Complimenti per la tua tenacia e abilità! Ora non ti resta che andare avanti e realizzare un nuovo progetto. Perché non provi con il portacellulare a busta? Ti lascio sotto il link. Grazie mille per il tuo commento e fammi sapere!
      http://filo-so-pia.blogspot.it/2016/06/portacellulare-busta.html

      Elimina
  14. Ciao Pia, vorrei fare qualche bustina, con le misure che hai indicato 30X16, qual è la misura finita? Mi sono decisa a comprare la pinza e 360 bottoni automatici in plastica, sono contenta dell'acquisto, mi serve per tanti usi con una spesa contenuta di circa 13 euro. Ciao Marida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marida, la misura finita dipende dalla piega della tasca. Prova a fare un cartamodello, fai la piega che ti piace e poi taglia o calcola un centimetro in meno tutto intorno. Sai che ho comperato anch'io i bottoni automatici in plastica e la pinza? Sono molto contenta e dopo Natale conto di fare un tutorial per dire la mia sull'argomento. Buon lavoro!

      Elimina

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).